Vacanze di Natale (e non solo) a Crotone

DALL’UNGHERIA, MA ANCHE DAL GARDA, DA GENOVA E DA SALERNO PER ALLENARSI A CROTONE NEL WEEK END… ED È “SOLO” UN ANTIPASTO.

FB_IMG_1481487868717
Dall’Ungheria, e precisamente dal Lago Balaton, a Crotone per gli allenamenti invernali. Ecco il primo contingente di velisti del Nord Europa in fuga dal freddo e in cerca delle temperature miti del Mediterraneo e del vento. I timonieri del Kereked Sailing Club sono già stati in riva allo Jonio una settimana fa e tornano domani per questo lungo ponte dell’Immacolata nel quale l’orizzonte di Crotone si riempirà di nuovo di vele. Ma verranno ancora sia a gennaio che a febbraio, dal 25 al 28, quando si svolgerà la seconda edizione della Crotone International Carnival Race, gara Optimist sponsorizzata da Bper Banca come gli Europei di luglio. Israele, Belgio, Russia, Croazia si sono anche loro già iscritte alla regata invernale, inserita peraltro nei calendari di tutti i circoli italiani, al punto che se ne comincia a parlare, dopo appena un anno, come di una “classica”. Un evento che, quest’anno, si inserisce in una manifestazione culturale, musicale, teatrale, artistica più ampia e partecipata, la “Crotone Carnival Week”, organizzata dal 21 al 28 febbraio da un network di soggetti: Club Velico Crotone, Comune di Crotone, Camera di Commercio, Regione Calabria, Autorità Portuale di Gioia Tauro, Diocesi.
Non solo Ungheria nel week end, però. Arrivano anche i timonieri della classe Laser da tutta Italia per uno stage organizzato a Crotone dal neo presidente della VI Zona della Federazione Italiana Vela, la reggina Valentina Colella. Coach del raduno il tecnico della nazionale giovanile Chicco Caricato, ospiti d’eccezione l’atleta vicecampione del mondo e vincitore dell’Europa Cup di Montecarlo appena conclusa Guido Gallinaro (Fraglia Vela Riva) e la vincitrice del Campionato Italiano Classi Olimpiche Valentina Balbi (Yacht Club Italiano di Genova). Con loro, in acqua, gli atleti del Club Velico Crotone e gli altri laseristi di Calabria e Basilicata, cui si uniranno i giovani velisti di Salerno.
Ma non è ancora tutto perché a dicembre, durante le vacanze di Natale, Crotone è stata scelta per un raduno della classe 4.20 del prestigioso Circolo 3 V del Lago di Bracciano, dove si allena e prepara perché le grandi regate 2017 il timoniere Demetrio Sposato. Mentre dal 2 all’8 gennaio il golfo sarà teatro di uno stage della classe 29er organizzato dal nuovo coach del Club Velico Crotone Mattia Pagani con ben ventuno equipaggi provenienti da Salò, Roma, Bari, Taranto, Cagliari e Palermo.
E non è che l’antipasto di un 2017 nel quale la città ospiterà non solo la Bper Banca International Carnival Race (che l’anno scorso ebbe 244 partecipanti da 11 Nazioni) ma anche i Campionati Nazionali giovanili delle classi Laser, Optimist e Windsurf  a settembre (cui prenderanno parte mille imbarcazioni) e il Campionato nazionale per Club che assegnerà a fine ottobre lo scudetto della vela.
“Siamo orgogliosi – commenta il presidente del Club Velico Crotone Francesco Verri – di tornare ad ospitare gli atleti, i circoli, le squadre di tutta Italia e di tutta Europa. E’ un movimento ampio ormai, che da un lato ci gratifica e dall’altro ci impegna perché tutto funzioni alla perfezione, come in occasione dei Campionati Europei giovanili di luglio, in modo che Crotone sia la meta di un numero sempre crescente di timonieri e di club. La passione e la competenza dei soci, la sinergia con le Istituzioni e il sostegno dei nostri partner sono una garanzia di successo. Ma l’umiltà e la consapevolezza di essere all’inizio di un percorso molto lungo restano la nostra cifra. Perciò, dobbiamo lavorare con la stessa dedizione di sempre coinvolgendo tutti e raccogliendo le idee, le proposte, i contributi di tutti”.
(ph. Loris La Greca)