Porto di Cetraro, nuova ordinanza: avviso di pericolosità – insabbiamento molo foraneo porto di Cetraro

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro ha emesso l’Ordinanza N. 10/18 “Avviso di pericolosità – insabbiamento molo foraneo porto di Cetraro” a firma del Comandante T.V. (CP) Gabriele Cimoli, capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Cetraro.

porto-di-cetraroVISTA: la propria ordinanza n. 28/2010 in data 30.07.2010 con la quale è stato reso esecutivo il “Regolamento del porto di Cetraro”;

VISTI: i rilievi batimetrici effettuati dalla dipendente Motovedetta CP 851 al fine di verificare i fondali dello specchio acqueo antistante il fanale rosso (EF 2686) posto in testata del molo foraneo del porto di Cetraro, che hanno evidenziato un’ulteriore apporto di materiale litoide a causa delle correnti marine ed in particolare delle ultime mareggiate;

VISTA: l’ordinanza n. 44/2013 di quest’Ufficio Circondariale Marittimo in data 22.10.2013 con la quale era stato interdetto lo specchio acqueo insabbiato a quella data;

VISTO: le note MFARITA RG18 M-D 0001169 in data 07.05.2018 e n. MFARITA MD0001413 in data 06.06.2018 del Comando Zona Fari e dei Segnalamenti Marittimi di Taranto;

VISTA: la nota A_D MCOMLOG 0013931 in data 31.05.2018 del Comando Logistico della Marina Militare Direzione fari e Segnalamenti 1° Ufficio Segnalamenti con sede a Napoli;

VISTA: la richiesta di emissione Avurnav a Marinasud Taranto con pec n 0002103 in data 14.04.2018;

DATO ATTO: che l’estensione dell’area interessata dal fenomeno dell’insabbiamento è la medesima già interdetta con la propria Ordinanza n. 44/2013 in data 22.10.2013, ma con un battente minimo che si riduce di anno in anno per l’effetto dell’apporto continuo di materiale sabbioso;

RITENUTO: pertanto necessario aggiornare il portolano con le prescrizioni da rispettare in ingresso/uscita dal porto di Cetraro al fine di mitigare il rischio per il navigante con l’emanazione di un provvedimento provvisorio a tutela della sicurezza della navigazione e della salvaguardia della vita umana in mare nell’ambito del Porto di Cetraro e degli specchi acquei limitrofi, nonché a difesa dell’ambiente marino, consentendo al contempo, compatibilmente con i fondali del porto, il regolare svolgimento delle operazioni portuali; ciò nelle more che l’Amministrazione competente proceda a far eseguire i lavori di rimozione del materiale sabbioso di cui trattasi;

VISTI gli artt. 17, 30, 62 e 81 del Codice della Navigazione e gli artt. 59, 63 e 64 del relativo Regolamento di esecuzione;

RENDE NOTO
Che il fondale antistante il fanale rosso lampeggiante (EF 2686) posto in prossimità dell’imboccatura portuale, ovvero in testata del molo foraneo del porto di Cetraro, continua a riversare in condizioni di insabbiamento a causa del notevole ed ulteriore apporto di materiale litoide portato dalle mareggiate;

Seguono sei articoli.

Di seguito trovate l’ordinanza integrale (in formato jpeg) che potete consultare e scaricare collegandovi alla pagina “Ordinanze e avvisi” dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro.

Ordinanza N. 10/18 2 3 4