Addugliare una cima

In regata o durante una crociera, mantenere il pozzetto in ordine è fondamentale non solo perché una coperta pulita consente di muoverci facilmente, ma perché quando ci serve una cima non è mai al suo posto, quindi è bene sempre riporla nel gavone. Vediamo, allora, come si adduglia una cima.

12

Iniziamo ad addugliare la cima esercitando con la mano una torsione, seguendo il verso della cima, fra indice e pollice.

3

Non addugliamo l’intera cima, ma lasciamone libera circa un metro per avvolgerla intorno alla matassa almeno un paio di volte.

4 5 6

Adesso non rimane che formare un doppino facendolo passare all’interno della matassa, lasciando libera un po’ di cima per farla passare successivamente nel doppino stesso e stringere.