Le barche a vela di Calabria e Sicilia si sfidano nel Campionato dello Stretto (di Messina)

L'X38 Profilo in navigazione. Foto di Vivienne Nuccio

L’X38 Profilo in navigazione. Foto di Vivienne Nuccio

Si è disputata domenica 8 marzo la regata del Campionato d’Altura dello Stretto. La classifica vede al comando nella categoria Crociera/Regata l’X-38 Profilo dell’armatore reggino Uccio Giuffrè, mentre nella Gran Crociera domina Altair di Manlio Marino. Sfida spettacolare fra l’X-Yacht e Nessun Dorma, il Fisrt 40.7 di Valerio Nicola Colella. Ma andiamo alla cronaca della regata che si è disputata nelle acque dello Stretto.

Tutto bello a Reggio Calabria per il Campionato d’Altura dello Stretto organizzato dai Circoli reggini coordinati dal Minerva Yachting Club.
La giornata inizia  con una leggera pioggerellina ma subito dopo, tra Scilla e Cariddi, si stendono 20 nodi di vento da Nord. Le condizioni sono molto “inglesi”: occorrerà capire dove e quando il Comitato sistemerà il percorso per tenere conto dei flussi di marea che si alternano, delle correnti che ne seguono e dei rinforzi di vento. Tutti questi ingredienti fanno della costa calabra uno dei posti di Italia più interessanti dove regatare.
Il comitato ritarda un’ora per fare in modo che la pioggia scompaia definitivamente e per sistemare in maniera esatta il percorso nelle profonde acque dello Stretto. La partenza è unica per i Crociera/Regata e i Gran Crociera, sempre più performanti e in grado di impensierire almeno nella prima fase delle gare i Crociera/Regata. Paperinik di Fabio Randazzo esce subito di scena, non a suo agio in queste condizioni. Ed è allora lotta a due tra “Profilo”, X 38 di Uccio Giuffrè, e il First 40.7 “Nessun Dorma” di Valerio Nicola Colella. Nessun Dorma prende la testa subito dopo la partenza, ma alla boa di bolina Profilo riprende il fuggitivo. Vanno su gli spinnaker e il marcamento diventa asfissiante, così agguerrito che timonieri e tattici non si avvedono che stanno scendendo ben oltre la linea che li porterà in boa. Il primo che se ne avvede è l’equipaggio dell’X38. Immediata ammainata e ritorno verso la boa di poppa. Profilo prende così la testa della prova per non cederla più.
Nella regata successiva è tutto facile per Profilo che parte bene e mantiene il controllo sul diretto avversario, che si rassegna troppo presto e non prova a forzare per portare all’errore l’X Reggino. Tra i Gran Crociera è lotta invece tra Baguette di Enzo Ricordo e Altair di Manlio Marino con Hakuna Matata dell’attento Pino Iero terzo incomodo. Si aggiudicheranno una prova ciascuno, attestandosi insieme alla testa della classifica generale.
Prossimo appuntamento tra due settimane con una doppia giornata di gare. Con l’avvento degli scarti e prefigurandosi 6 prove nel week-end, tutti, compresi gli assenti a questa prova, avranno la possibilità di riprendere la testa della classifica.